Vertici dell’ASD Calcio Caldiero Terme al gran completo ieri mattina allo stadio Mario Berti. Un momento di condivisione con la numerosa stampa locale intervenuta per delineare e svelare i piani per la prossima stagione sportiva, che coinciderà con il secondo campionato consecutivo in Serie D della storia gialloverde. Al tavolo il presidente Filippo Berti, il direttore generale e sportivo Fabio Brutti, il riconfermato tecnico della Prima Squadra Cristian Soave, il capitano Lorenzo Zerbato ed il vicepresidente Augusto Fanini.

Di seguito le principali dichiarazioni.

Filippo Berti (presidente ASD Calcio Caldiero Terme): “Volevamo organizzare questo incontro per recuperare un senso di normalità nelle nostre vite. L’ASD Calcio Caldiero Terme ha scelto di proseguire con forza anche nella prossima stagione sportiva. Non è stato facile. Tutti abbiamo vissuto un momento difficile. Ringrazio tutti quelli che hanno accettato la nostra diminuzione di budget, sposando ugualmente il progetto gialloverde. Siamo stati una famiglia, che ha deciso di supportarsi a vicenda in un frangente delicato. Ora l’obiettivo è conquistare la salvezza sul campo e consolidarci in questa categoria”.

Fabio Brutti (direttore generale e sportivo ASD Calcio Caldiero Terme): “La nostra sarà un’avventura nel segno della continuità. Abbiamo confermato il 75% della rosa che si è formata nel mercato di dicembre. Crediamo quindi ci siano le basi per toglierci delle grandi soddisfazioni. Di concerto con lo staff tecnico abbiamo anche allargato il gruppo con l’inserimento di sette giovani provenienti dal vivaio. E’ un passo significativo per la nostra realtà. Siamo solidi anche a livello di settore giovanile. Vogliamo continuare a confermarci in Serie D”.

Cristian Soave (allenatore Prima Squadra ASD Calcio Caldiero Terme): “Sono orgoglioso di essere rimasto. La trattativa è durata cinque minuti. Caldiero è una realtà seria, dove un allenatore può lavorare con serenità sviluppando la propria idea di calcio. Abbiamo concluso l’ultimo campionato in crescendo. L’idea sarebbe ripartire con quello spirito, anche se ovviamente ogni stagione fa storia a sé. Non ho preferenze sul girone. Credo che il raggruppamento lombardo e quello veneto ormai siano equivalenti. Qualche anno fa poteva esserci una minima differenza. Oggi invece sono gironi speculari. Affrontiamo la prossima stagione con un obiettivo molto chiaro: una salvezza senza patemi”.

Lorenzo Zerbato (attaccante e capitano ASD Calcio Caldiero Terme): “Quest’estate ho ricevuto qualche approccio. I miei quindici gol dell’anno scorso non sono passati inosservati ma io ho sempre privilegiato l’opzione Caldiero. In questo club mi sento a casa. Ogni aspetto è curato nei minimi dettagli. L’organizzazione è certosina, ben al di sopra del livello generale della Serie D. Ecco perchè credo che Caldiero debba essere considerato un esempio virtuoso. Noi come Prima Squadra avvertiamo questa responsabilità. Indossiamo una maglia importante, in un club fra i più rappresentativi della provincia veronese. Vogliamo fare bene e conquistarci una soddisfazione per volta”.

Augusto Fanini (vicepresidente ASD Calcio Caldiero Terme): “Il legame con il territorio è imprescindibile per la nostra realtà. Siamo partiti da lontano, ricostruendo la società passo dopo passo. Nel 2004 con l’avvento della famiglia Berti eravamo in Prima Categoria. Oggi il Caldiero è fra i club veronesi più autorevoli, ai nastri di partenza della seconda Serie D consecutiva. Nessuno lo avrebbe mai lontanamente sognato. Ecco perchè questo viaggio merita di essere valorizzato. Personalmente sono anche molto felice per i ragazzi del nostro vivaio che quest’anno si misureranno in Interregionale. Un conto è dirlo a parole, un conto è dimostrarlo con i fatti. Siamo pronti per questa nuova avventura”.

Ufficio Stampa ASD Calcio Caldiero Terme

Leave a comment

4 × due =