Caldiero Terme: Kuqi, Cherubin (38′ st Miloradovic), Roverato, Rossi, Braga, Boldini (30′ st Fiumicetti), Filiciotto, Pimazzoni (19′ st Orfeini), Manarin, Zerbato, Battistini (36′ st Boni). A disp: Bega, Lerco, Cinel, Marini, Cordioli. All: Cacciatore.

Dolomiti Bellunesi: Virvilas, Cucchisi, Conti, Alari, Macchioni, Thomas Cossalter (27′ st De Paoli), Onescu, Artioli, Arcopinto (27′ st Alex Cossalter), Svidercoschi, Corbanese (23′ st Alcides). A disp: Saccon, Pasqualino, Casella, Toniolo, De Carli, Faraon. All: Zanin.

Arbitro: Bellò di Castelfranco Veneto.

Rete: 15’st Svidercoschi (DB).

Note: esp. 21′ st Cucchisi, 36′ st Cossalter; amm. Macchioni, Onescu, Zerbato, Cherubin, De Paoli;

Angoli: 7-3; Recuperi: 2′ e 5′.

Una gara anche stregata. Il Caldiero crea ma non sfonda. Le Dolomiti giocano una partita attendista ma pescano il guizzo decisivo. Queste le azioni salienti. Il Caldiero parte con il piglio giusto. Al 2′ traversone dalla destra, Virvilas accenna l’uscita sul secondo palo Battistini liscia la deviazione da pochi passi. Al 19′ strepitosa parata di Virvilas sul colpo di testa angolato di Pimazzoni dopo il traversone di Filiciotto. Al 31′ punizione di Filiciotto dai venticinque metri, pallone insidioso che Virvilas smanaccia in angolo.Timida reazione ospite. Al 35′ ci prova di testa Onescu, palla a lato. Al 45′ gran sinistro dal limite di Manarin, volo di Virvilas che con la punta delle dita devia in angolo. La pressione del Caldiero sfuma leggermente nella ripresa e le Dolomiti escono dal proprio guscio difensivo. Al 13′ semina il panico nell’area del Caldiero Arcopinto: sinistro deviato in angolo. Al 15′ l’incredibile vantaggio ospite. Roverato fa rimbalzare colpevolmente la palla in area, Svidercoschi la controlla e di sinistro la infila sotto la traversa. Il Caldiero reagisce, le Dolomiti esagerano con la vigoria. Al 22′ sciocchezza del giovane Cucchisi che, saltato da Manarin, gli entra da dietro a tenaglia. Giusto il rosso. Al 36′ st bellunesi in nove. Altro intervento da dietro, stavolta di Cossalter su Cherubin e altro rosso diretto. Nel finale le ultime due chance per il Caldiero. Boni da dentro l’area calcia alto sopra la traversa. Sull’ultimo tentativo è invece Miloradovic a lasciarsi sorprendere da una palla vagante. La correzione non arriva. Finisce 0 a 1. Domenica prossima nuovo appuntamento allo stadio Mario Berti per il derby veronese contro il Legnago.

Ufficio Stampa Calcio Caldiero Terme SSD

Leave a comment